Intervista Kiave Ho avuto il piacere di intervistare Kiave, rapper proveniente da Cosenza e di adozione romana, componente, con Franco e DJ Impro, del gruppo “Migliori Colori”, insieme hanno dato vita a due lavori, “Assassinati da Orologi”, tape del 2002 e il cd “Rullanti Distorti”, mentre è nel 2005 che Kiave, pubbliaca il suo primo lavoro solista dal titolo “Dietro le 5 tracce”, i riflettori si spostano sui di lui anche grazie al suo talento di freestyler e alle numerose collaborazioni su dischi e compile di artisti nostrani Nel 2007 il singolo “Digli Di No” anticipa l’uscita dell’album vero e proprio, il nome è “7 Respiri”. Attualmente è parte attiva dal 2009 del team “Blue-Nox” e mentre termina il 2009, decide di pubblicare il suo nuovo album, “Il tempo necessario”, disponibile dal 16 Dicembre nei negozi… di seguito l’ intervista, buona lettura. _Inizierei un po’ con una domanda classica : come hai iniziato a fare musica ? e più precisamente, facendo un piccolo “back in the days”, ricordi cosa o chi ti ha aiutato ad alimentare questa passione ?Ho iniziato un po’ di anni fa ormai, trascinato dal forte movimento HipHop che c’era a cosenza nel periodo che va dal 95 al 97. C’erano varei crew sia di writing che di rapper, ed io ho iniziato dipingendo, ma poi, una volta subentrato in radio ciroma(nota radio del cosentino) e conosciuto dj Lugi, ho capito che il rap era la strada da seguire, e invece che dipingere con bombolette su muro, ho iniziato a dipingere con rime sui beats. _Una cosa che ho sempre apprezzato sin dai tuoi primi lavori con i Migliori Colori, è questo tuo sforzo nel voler comunicare, di dire e raccontare qualche cosa in particolare, inizialmente penso che tutti cerchino di isprirarsi a qualcuno, tu chi hai avuto come punto di riferimento ? I miei punti di riferimtni sono I classici, nel senso, I grandi mc italiani degli anni novanta, periodo in cui ognuno cercava di sviluppare uno stile proprio, di distinguersi da gli altri, in molti non si ponevano nemmeno il problema di trovare un contratto, c’era competizione, quella competizione pura che ti porta ad affezionarti al tuo avversario per poi iniziarlo a considerare tuo collega. Era diverso, quel periodo ti segna, almeno con me lo ha fatto, quindi è inutile cercare di forzarsi per fare o cercare altro, questo sono io, questo è il modo come sono cresciuto, quindi.. _So che non è una cosa matematica, ma, di solito cosa ti fa scattare la voglia di scrivere ? Bè se lo sapessi, farei un album ogni tre mesi, eheeh. Penso che per chi ha al proprio interno anche l’indole del freestyler, scrivere ha mille sfaccettature e mille dimensioni diverse. _In Italia sappiamo che l’ hip hop è ancora una cultura di nicchia e che negli anni ha avuto diversi cambiamenti e fasi discontinue, forse oggi da parte di voi artisti c’ è un po’ più di consapevolezza, dei mezzi da poter usare e anche di come funzionano certi meccanismi discografici, penso che per un’ artista cercare il modo di vendere la propria musica sia la parte più noiosa di questo lavoro, ma forse è uno scotto che da indipendente bisogna pagare se si vuole restare veramente indipendenti, tu come la vivi questa situazione ? Bè mi fai questa domanda proprio mentre nella sede di Macro Betas Records, siamo immersi nei pacchi da spedire e nelle cose da fare, tutto ciò se da una parte può sembrare noioso e anche un po’ stancante, dall’altra però è tutto nelle nostre mani. Da indipendenti abbiamo scelto di percorrere questa strada rischiosa, ma nello stesso tempo carica di responsabilità che gravano solo ed esclusivamente su di noi. Io penso sia una scelta legata prevalentemente ai tuoi obiettivi, se hai l’obiettivo di fare soldi, di sentirti una star ed essere riconosciuto per strada, cercati ma major e comprati una vasca idromassaggio, se vuoi fare musica perchè la ami e cerchi di portare un messaggio, cerchi di alzare il livello di quello che è sto mondo..svegliati la mattina presto e vai in posta a spedire i pacchi! _Attualmente cosa ti piace ascoltare, ci sono uscite discografiche nuove che ti hanno colpito ? Qui facciamo notte. Sono a ruota con Elzhi, è sempre di più un maestro per me, raramente ho sentito in un rapper lquesta continiutà a livello qualitatvo per quanto riguarda le metriche, lo stile, i contenuti. Cmq amo il rap di Detroit, e una volta finiti i missaggi del disco( cioè meno di un mese fa) mi sono reimmerso nello studio/ascolto del rap proveniente da quelle zone. _Con l’ era di internet e il relativo file sharing, il modo di fruire la musica è cambiato, sono cambiati i formati, i modi di supportare un’ artista, tu cosa ne pensi ?, sei uno di quelli che sfrutta quest’ arma a doppio taglio del p2p ? Io penso che continuare a combattere contro i mulini a vento, senza avere un ruolo determinante in un romanzo che poi si rivelerà un best seller, non ha senso. Questo problema, c’è, è inutile cercare di far capire alla gente che la copia originale ha molto più valore e molta più bcontinuità, i ragazzi più giovani nn sanno manco cos’è un cd ormai, bisognerebbe cercare una soluzione che conferisce all’mp3 la sua dignità di formato predominante e nello stesso tempo possa far guadagnare qualcosa ai poveri artisti che non sanno più dove sbattere la testa. _Oltre la musica hai altri interessi ? non so la letteratura, il cinema… Per fortuna si, leggo tanto (anche se in questo periodo, a causa della chiusura del disco ho sempre meno tempo per farlo). L’insonnia aiuta tanto in questo, perchè la notte fagocito libri e telefilm per rilassarmi. penso che la cultura sia molto molto importante, altrimenti di che cazzo mi parli nei testi.. puoi parlare solo di tipe e di droga si, ma annoierai dopo un anno, forse due se hai un buon flow! _So che ti piacciono le serie televisive se dovessi stilare una tua ideale top 5 quale sceglieresti ? Questa è la domanda più bella che mi abbiano mai fatto!!!!! Lost (non si discute, è la rivoluzione delle serie e anche del cinema per alcuni versi) Dexter (questa quarta serie è davvero un capolavoro) The Mentalist Fringe Dr House (penso abbia i migliori dialoghi che ci stanno in circolazione) Californication Lie to Me ne ho messo 7, va bene lo stesso? a questa domanda potrei rispondere con una tesi di laurea, ci sarebbe tanto da dire. Va benissimo…_Vorresti provare nuovi modi di comunicare ?, oltre il rap intendo, non so… ti piacerebbe produrre o fare qualcos’ altro in ambito artistico ? Gia ci sto lavorando, stiamo studiando con amici e persone scelte, nuovi modi di comunicare e nuove forme di espressione artistica, ma renderemo “pubblico” il tutto quando sarà concreto. Anche se in giro stiamo già portando nuove idee sia di live che di sperimentazione musicale/poetica. _Vorrei parlare con te di questo nuovo progetto dal nome Blu Nox, un portale, un blog fatto tra amici e anche qualche cosa in più, presentaci questa nuova realtà musicale e quali sono i vostri progetti futuri, come e da chi è nata l’ idea ?. L’idea è nata guardandosi in faccia, stiamo sempre insieme, siamo amici facciamo musica assieme, quindi ci siamo detti: diamo un nome a questa creatura che ci unisce e ci contraddistingue dal resto, ed io ho tirato fuori Blue-Nox, a gli altri andava bene e via. Logicamente è più di un sito, è proprio un team di produzione, una macchina da guerra. Il mio disco ne è testimonianza, infatti Mecna fa le grafiche e rappa, io rappo e curo il suono, Ghemon rappa e ci da una mano nella promozione, Macro, fa moltissime cose, e cosi via.. ogni nostro prodotto avrà impresso all’interno delle sue note, la nostra mentalità e il nostro spirito, cosi come il nostro suono! Ci saranno vari sviluppi a breve. _Arriviamo alla domana sul disco nuovo, l’ uscita è prevista per il 16 dicembre e il titolo sarà “Il tempo necessario”, a cosa è riferito questo “tempo necessario”. Ha molti significati, puoi intenderlo come il tempo che ci vuole per fare le cose, cioè: evitare di forzare, evitare di opporsi alla giusta maturazione delle cose, perchè quando la mela cade sola dall’albero è perchè è matura, questa frase mi ha guidato molto nella composizione dell’album. Può anche essere riferito al tempo inteso come boom chà, al tempo sempre più necessario in quest’era in cui sono frequenti lo sgretolamento dei valori e dei rapporti interpersonali fra la gente. A volte basta poco, basta fermarsi, fare un lungo respiro e capire che se rapidamente sali in cima, rapidamente precipiti giù.. prendetevi “il tempo necessario”!! _Parlaci un po’ anche di com’ è nato… come sono nate le collaborzioni. È nato dal’esigenza che sentivo forte dentro di me di fare un disco migliore di “sette respiri”, spero di esserci riuscito, i miei fratelli dicono di si , ora starà al pubblico affermare questa loro supposizione:) le collaborazioni sono i miei amici di sempre, produttori vecchi e nuovi, ma anche sperimentazioni a livello musicale, con nuovi musicisti e nuove follie pregne di un forte desiderio di rinnovare questo genere che grazie alla tv sta precipitando nel banale e nel cattivo gusto. _Pensando anche in grande con chi ti piacerebbe fare musica in futuro ? Elzhi, Balck Milk, Prince, Al Green(quanto spazio ho?..)_Nel tuo lavoro riassumendo proprio all’ osso, potremmo dire che ci sono due momenti : uno in studio e l’ altro live, come li vivi questi due aspetti ?, quale preferisci ? Il live è stupendo perchè guardi in faccia le persone che ti stanno dedicando la loro attenzione, la parte studio a volte è più difficile perchè ti immergi in altre parti come il missaggio o la cura del suono, e quello può essere un po’ più difficile da organizzare, e parlo anche da fonico, non solo da rapper. Io in questo disco ho cercato più possibile di unire le due parti, di fondere i due aspetti e fare pezzi che possano essere proponibili anche durante il live ma che su disco soddisfino l’ascolto di chi lo pompa in macchina o nel soggiorno di casa propria. _Grazie mille… infine, chi è interessato come può ordinare il tuo disco ?… Per ordinare il disco è semplicissimo, andate nella sessione acquisti di: http://www.mirkokiave.com poi passate sempre da www.Blue-nox.com la mattina prima di andare a lavoro o a scuola o a casa della vostra amante. Per le date del sottoscritto, che sono in continuo aggiornamento, andate sullo space: www.myspace.com/mirkokiave Per tutto il resto c’è google, mettete kive la dentro e vi uscirà tutto il necessario.via Musicaoltranza

Intervista Kiave
Ho avuto il piacere di intervistare Kiave, rapper proveniente da Cosenza e di adozione romana, componente, con Franco e DJ Impro, del gruppo “Migliori Colori”, insieme hanno dato vita a due lavori, “Assassinati da Orologi”, tape del 2002 e il cd “Rullanti Distorti”, mentre è nel 2005 che Kiave, pubbliaca il suo primo lavoro solista dal titolo “Dietro le 5 tracce”, i riflettori si spostano sui di lui anche grazie al suo talento di freestyler e alle numerose collaborazioni su dischi e compile di artisti nostrani Nel 2007 il singolo “Digli Di No” anticipa l’uscita dell’album vero e proprio, il nome è “7 Respiri”. Attualmente è parte attiva dal 2009 del team “Blue-Nox” e mentre termina il 2009, decide di pubblicare il suo nuovo album, “Il tempo necessario”, disponibile dal 16 Dicembre nei negozi… di seguito l’ intervista, buona lettura.

_Inizierei un po’ con una domanda classica : come hai iniziato a fare musica ? e più precisamente, facendo un piccolo “back in the days”, ricordi cosa o chi ti ha aiutato ad alimentare questa passione ?
Ho iniziato un po’ di anni fa ormai, trascinato dal forte movimento HipHop che c’era a cosenza nel periodo che va dal 95 al 97. C’erano varei crew sia di writing che di rapper, ed io ho iniziato dipingendo, ma poi, una volta subentrato in radio ciroma(nota radio del cosentino) e conosciuto dj Lugi, ho capito che il rap era la strada da seguire, e invece che dipingere con bombolette su muro, ho iniziato a dipingere con rime sui beats.
_Una cosa che ho sempre apprezzato sin dai tuoi primi lavori con i Migliori Colori, è questo tuo sforzo nel voler comunicare, di dire e raccontare qualche cosa in particolare, inizialmente penso che tutti cerchino di isprirarsi a qualcuno, tu chi hai avuto come punto di riferimento ?
I miei punti di riferimtni sono I classici, nel senso, I grandi mc italiani degli anni novanta, periodo in cui ognuno cercava di sviluppare uno stile proprio, di distinguersi da gli altri, in molti non si ponevano nemmeno il problema di trovare un contratto, c’era competizione, quella competizione pura che ti porta ad affezionarti al tuo avversario per poi iniziarlo a considerare tuo collega. Era diverso, quel periodo ti segna, almeno con me lo ha fatto, quindi è inutile cercare di forzarsi per fare o cercare altro, questo sono io, questo è il modo come sono cresciuto, quindi..
_So che non è una cosa matematica, ma, di solito cosa ti fa scattare la voglia di scrivere ?
Bè se lo sapessi, farei un album ogni tre mesi, eheeh. Penso che per chi ha al proprio interno anche l’indole del freestyler, scrivere ha mille sfaccettature e mille dimensioni diverse.
_In Italia sappiamo che l’ hip hop è ancora una cultura di nicchia e che negli anni ha avuto diversi cambiamenti e fasi discontinue, forse oggi da parte di voi artisti c’ è un po’ più di consapevolezza, dei mezzi da poter usare e anche di come funzionano certi meccanismi discografici, penso che per un’ artista cercare il modo di vendere la propria musica sia la parte più noiosa di questo lavoro, ma forse è uno scotto che da indipendente bisogna pagare se si vuole restare veramente indipendenti, tu come la vivi questa situazione ?
Bè mi fai questa domanda proprio mentre nella sede di Macro Betas Records, siamo immersi nei pacchi da spedire e nelle cose da fare, tutto ciò se da una parte può sembrare noioso e anche un po’ stancante, dall’altra però è tutto nelle nostre mani. Da indipendenti abbiamo scelto di percorrere questa strada rischiosa, ma nello stesso tempo carica di responsabilità che gravano solo ed esclusivamente su di noi. Io penso sia una scelta legata prevalentemente ai tuoi obiettivi, se hai l’obiettivo di fare soldi, di sentirti una star ed essere riconosciuto per strada, cercati ma major e comprati una vasca idromassaggio, se vuoi fare musica perchè la ami e cerchi di portare un messaggio, cerchi di alzare il livello di quello che è sto mondo..svegliati la mattina presto e vai in posta a spedire i pacchi!
_Attualmente cosa ti piace ascoltare, ci sono uscite discografiche nuove che ti hanno colpito ?
Qui facciamo notte. Sono a ruota con Elzhi, è sempre di più un maestro per me, raramente ho sentito in un rapper lquesta continiutà a livello qualitatvo per quanto riguarda le metriche, lo stile, i contenuti. Cmq amo il rap di Detroit, e una volta finiti i missaggi del disco( cioè meno di un mese fa) mi sono reimmerso nello studio/ascolto del rap proveniente da quelle zone.
_Con l’ era di internet e il relativo file sharing, il modo di fruire la musica è cambiato, sono cambiati i formati, i modi di supportare un’ artista, tu cosa ne pensi ?, sei uno di quelli che sfrutta quest’ arma a doppio taglio del p2p ?
Io penso che continuare a combattere contro i mulini a vento, senza avere un ruolo determinante in un romanzo che poi si rivelerà un best seller, non ha senso. Questo problema, c’è, è inutile cercare di far capire alla gente che la copia originale ha molto più valore e molta più bcontinuità, i ragazzi più giovani nn sanno manco cos’è un cd ormai, bisognerebbe cercare una soluzione che conferisce all’mp3 la sua dignità di formato predominante e nello stesso tempo possa far guadagnare qualcosa ai poveri artisti che non sanno più dove sbattere la testa.
_Oltre la musica hai altri interessi ? non so la letteratura, il cinema…
Per fortuna si, leggo tanto (anche se in questo periodo, a causa della chiusura del disco ho sempre meno tempo per farlo). L’insonnia aiuta tanto in questo, perchè la notte fagocito libri e telefilm per rilassarmi. penso che la cultura sia molto molto importante, altrimenti di che cazzo mi parli nei testi.. puoi parlare solo di tipe e di droga si, ma annoierai dopo un anno, forse due se hai un buon flow!
_So che ti piacciono le serie televisive se dovessi stilare una tua ideale top 5 quale sceglieresti ?
Questa è la domanda più bella che mi abbiano mai fatto!!!!! Lost (non si discute, è la rivoluzione delle serie e anche del cinema per alcuni versi) Dexter (questa quarta serie è davvero un capolavoro) The Mentalist Fringe Dr House (penso abbia i migliori dialoghi che ci stanno in circolazione) Californication Lie to Me ne ho messo 7, va bene lo stesso? a questa domanda potrei rispondere con una tesi di laurea, ci sarebbe tanto da dire.
Va benissimo…
_Vorresti provare nuovi modi di comunicare ?, oltre il rap intendo, non so… ti piacerebbe produrre o fare qualcos’ altro in ambito artistico ?
Gia ci sto lavorando, stiamo studiando con amici e persone scelte, nuovi modi di comunicare e nuove forme di espressione artistica, ma renderemo “pubblico” il tutto quando sarà concreto. Anche se in giro stiamo già portando nuove idee sia di live che di sperimentazione musicale/poetica.
_Vorrei parlare con te di questo nuovo progetto dal nome Blu Nox, un portale, un blog fatto tra amici e anche qualche cosa in più, presentaci questa nuova realtà musicale e quali sono i vostri progetti futuri, come e da chi è nata l’ idea ?.
L’idea è nata guardandosi in faccia, stiamo sempre insieme, siamo amici facciamo musica assieme, quindi ci siamo detti: diamo un nome a questa creatura che ci unisce e ci contraddistingue dal resto, ed io ho tirato fuori Blue-Nox, a gli altri andava bene e via. Logicamente è più di un sito, è proprio un team di produzione, una macchina da guerra. Il mio disco ne è testimonianza, infatti Mecna fa le grafiche e rappa, io rappo e curo il suono, Ghemon rappa e ci da una mano nella promozione, Macro, fa moltissime cose, e cosi via.. ogni nostro prodotto avrà impresso all’interno delle sue note, la nostra mentalità e il nostro spirito, cosi come il nostro suono! Ci saranno vari sviluppi a breve.
_Arriviamo alla domana sul disco nuovo, l’ uscita è prevista per il 16 dicembre e il titolo sarà “Il tempo necessario”, a cosa è riferito questo “tempo necessario”.
Ha molti significati, puoi intenderlo come il tempo che ci vuole per fare le cose, cioè: evitare di forzare, evitare di opporsi alla giusta maturazione delle cose, perchè quando la mela cade sola dall’albero è perchè è matura, questa frase mi ha guidato molto nella composizione dell’album. Può anche essere riferito al tempo inteso come boom chà, al tempo sempre più necessario in quest’era in cui sono frequenti lo sgretolamento dei valori e dei rapporti interpersonali fra la gente. A volte basta poco, basta fermarsi, fare un lungo respiro e capire che se rapidamente sali in cima, rapidamente precipiti giù.. prendetevi “il tempo necessario”!!
_Parlaci un po’ anche di com’ è nato… come sono nate le collaborzioni.
È nato dal’esigenza che sentivo forte dentro di me di fare un disco migliore di “sette respiri”, spero di esserci riuscito, i miei fratelli dicono di si , ora starà al pubblico affermare questa loro supposizione:) le collaborazioni sono i miei amici di sempre, produttori vecchi e nuovi, ma anche sperimentazioni a livello musicale, con nuovi musicisti e nuove follie pregne di un forte desiderio di rinnovare questo genere che grazie alla tv sta precipitando nel banale e nel cattivo gusto.
_Pensando anche in grande con chi ti piacerebbe fare musica in futuro ?
Elzhi, Balck Milk, Prince, Al Green(quanto spazio ho?..)
_Nel tuo lavoro riassumendo proprio all’ osso, potremmo dire che ci sono due momenti : uno in studio e l’ altro live, come li vivi questi due aspetti ?, quale preferisci ?
Il live è stupendo perchè guardi in faccia le persone che ti stanno dedicando la loro attenzione, la parte studio a volte è più difficile perchè ti immergi in altre parti come il missaggio o la cura del suono, e quello può essere un po’ più difficile da organizzare, e parlo anche da fonico, non solo da rapper. Io in questo disco ho cercato più possibile di unire le due parti, di fondere i due aspetti e fare pezzi che possano essere proponibili anche durante il live ma che su disco soddisfino l’ascolto di chi lo pompa in macchina o nel soggiorno di casa propria.
_Grazie mille… infine, chi è interessato come può ordinare il tuo disco ?…
Per ordinare il disco è semplicissimo, andate nella sessione acquisti di: http://www.mirkokiave.com poi passate sempre da www.Blue-nox.com la mattina prima di andare a lavoro o a scuola o a casa della vostra amante. Per le date del sottoscritto, che sono in continuo aggiornamento, andate sullo space: www.myspace.com/mirkokiave Per tutto il resto c’è google, mettete kive la dentro e vi uscirà tutto il necessario.
via Musicaoltranza

Recent comments

Blog comments powered by Disqus